22 maggio 2020

Dagli Enti Bilaterali 2 milioni di euro per imprese e lavoratori

Due milioni di euro per sostegno al reddito dei lavoratori e per l’acquisto di  mascherine e altri dispositivi di protezione individuale a imprese del commercio e del turismo. Il progetto “Covid 19” degli Enti Bilaterali del Terziario e del Turismo, unitamente alle parti costituenti Ascom Confcommercio Bergamo e alle organizzazioni sindacali (Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs Uil),  mette a disposizione un fondo a favore dei lavoratori sospesi in Fondo d’integrazione salariale- Fis o Cassa integrazione guadagni in deroga- Cigd e nel rimborso dei dispositivi di protezione individuale per le imprese. L’accordo siglato con le parti sociali va in aiuto al tessuto sociale e imprenditoriale della  provincia più colpita in Italia dall’epidemia da coronavirus.  

Le risorse garantiscono 1 milione di euro per il commercio e altrettanti per il turismo. Il plafond è equamente e ulteriormente suddiviso tra lavoratori (500 mila euro per i dipendenti del commercio e 500 mila euro per quelli del turismo) e imprese (500 mila euro per commercio e altrettanti per il turismo). 

La misura interessa 6500 imprese (requisito è l’iscrizione agli Enti bilaterali) e 20 mila lavoratori. 

Con questa iniziativa vogliamo dare un aiuto concreto alle nostre imprese e ai loro dipendenti, messe a dura prova, in un momento estremamente difficile– sottolinea Giovanni Zambonelli, presidente Ascom Confcommercio Bergamo-. E lo facciamo con un importo importante, riservandoci, fatta ovviamente salva la disponibilità economica, di rifinanziare la misura in caso di esaurimento fondi. In un momento in cui burocrazia e ritardi nei pagamenti pesano come non mai su imprenditori e lavoratori, abbiamo dato priorità a procedure snelle per garantire quelle risposte immediate che la situazione contingente richiede”.

Enrico Betti, presidente Enti Bilaterali del Terziario e del Turismo e responsabile politiche sociali e welfare Ascom Confcommercio Bergamo aggiunge: “Si tratta di una misura straordinaria a sostegno di un territorio estremamente provato dalla pandemia covid19 e che segue l’acquisto di quattro respiratori di ultima generazione (per un importo di 150 mila euro) nel periodo più critico della sanità bergamasca.  Lo stanziamento di due milioni di euro rappresenta un impegno economico importante per gli Enti che presiedo,  ma Ascom Confcommercio Bergamo e organizzazioni sindacali non hanno avuto dubbi che fosse il momento per intervenire e dare sostegno a lavoratori e imprese”.

Soddisfazione da parte delle parti sociali, a partire da Alberto Citerio, segretario generale Fisascat Cisl Bergamo, che dichiara: “Turismo e Commercio, specialmente il no-food, sono i settori che stanno pagando il prezzo più alto di questa emergenza, ma soprattutto settori sui quali pesano di più le incertezze per il futuro. Il nostro territorio deve riconquistare un’appetibilità turistica, serve sostegno ad un settore strategico e la bilateralità territoriale, patrimonio di tutto il settore, ha deciso di farlo mettendo in campo tutte le proprie risorse. Se non ora, quando? E’ in gioco la tenuta occupazionale e la sostenibilità dell’intero sistema. Le lavoratrici e lavoratori del turismo e terziario fermi da più di due mesi sono in attesa del pagamento degli ammortizzatori sociali ed il sostegno di questo strumento è vitale. Fondamentale la velocità di erogazione e la semplicità delle domande”. 

Mario Colleoni, segretario generale della Filcams- Cgil di Bergamo aggiunge:  La bilateralità ha il dovere di sostenere, per quanto nelle proprie funzioni, il lavoro in settori fortemente colpiti dalla crisi come turismo e terziario. In una fase complessa come quella attuale, che ha visto Bergamo epicentro dell’emergenza, va affrontata con attenzione e urgenza la tematica delle politiche attive anche alla luce del fatto che i processi di transizione saranno rapidi, a partire dal tema dello smart working fino ai cambiamenti in atto nei nostri comparti. La formazione andrà definita in funzione delle strategie industriali, affinché il suo potenziamento e l’aggiornamento costante dei lavoratori possano consentirne una maggiore spendibilità e il rientro rapido nel mercato del lavoro”.

Requisiti e modalità di presentazione domande

Sostegno al reddito 

Possono beneficiare del fondo a sostegno del reddito i lavoratori assunti a tempo indeterminato e dipendenti da aziende del settore Terziario e Turismo in regola con l’iscrizione all’Ente Bilaterale dal 1°gennaio 2019. La misura degli importi erogabili ai singoli lavoratori dipendenti sarà pari a 1,50 euro per ogni ora di sospensione in Fis/Cigd per un massimo di 360 ore (quindi fino a 540 euro). Potranno fruire del sussidio coloro che siano stati sospesi per l’equivalente orario di almeno due settimane a zero ore di lavoro nel periodo compreso tra il 1° marzo e il 30 aprile 2020. 

Acquisto dpi 

Possono beneficiare del rimborso fino a 500 euro per l’acquisto di dpi le imprese aderenti all’ente bilaterale e in regola con i versamenti contributivi dal 1° gennaio 2019. Alla data di presentazione della domanda di rimborso, le imprese devono essere regolarmente costituite e iscritte come “attive” nel Registro delle imprese, avere sede principale o secondaria nel territorio provinciale e non essere in liquidazione volontaria né sottoposte a procedure concorsuali con finalità liquidatoria. Sono ammesse tra le spese l’acquisto di: mascherine (filtranti, chirurgiche, FFP1, FFP2 e FFP3), guanti in lattice, in vinile e in nitrile; dispositivi per protezione oculare; indumenti di protezione, quali tute e/o camici; calzari e/o sovrascarpe; cuffie e/o copricapi; dispositivi per la rilevazione della temperatura corporea; detergenti e soluzioni disinfettanti/antisettici; barriere antibatteriche.

Il rimborso è concesso, nei limiti delle risorse disponibili, nella misura del 100% delle spese ammissibili fino ad un massimo di 500 euro per ciascuna singola impresa.

Presentazione delle domande

Le domande possono essere presentate a partire da lunedì 25 maggio e fino ad esaurimento risorse e comunque entro il 24 giugno. La richiesta va inoltrata tramite portale (www.entibilateralibg.it) nelle modalità indicate sul sito. Le domande saranno prese in carico in base all’ordine di presentazione.

SEDI E UFFICI

Ascom Confcommercio Bergamo è vicina agli imprenditori e a chi desidera avviare un’attività. Siamo presenti in città nella sede di Via Borgo Palazzo e nel territorio ad Albino, Calusco d’Adda, Clusone, Lovere, Osio Sotto, Romano di Lombardia, Sarnico, Trescore Balneario, Treviglio e Zogno.

vieni a trovarci

PERCHÉ ASSOCIARSI

» Per essere assistiti e tutelati nei rapporti con le istituzioni, le amministrazioni pubbliche e le parti sociali.

» Per avere più facile accesso al credito e beneficiare di bandi e finanziamenti.

» Per poter contare su servizi, consulenza e formazione personalizzati.

» Per essere informati sulle novita’ normative e di mercato.

» Per usufruire di sconti su beni e servizi di interesse per il vostro business.

Ascom Bergamo
Confcommercio Imprese per l’Italia

Via Borgo Palazzo, 137
24125 Bergamo
tel 035 4120111 | fax. 035 4120182
e-mail: info@ascombg.it
c.f. 80026270167

Orari apertura uffici
Da lunedì a venerdì
8.45/12.00 – 14.15/17.00

© 2017 Ascom Bergamo Confcommercio Imprese per l'Italia     | Privacy & Cookie policy | Agenzia di Comunicazione